GIiallomania.it ha recensito "La mano del destino"

http://www.giallomania.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2184%3Adavide-minotti-q-la-mano-del-destino-q-di-paola-badi-&catid=36%3Arecensioni&Itemid=63

 

DAVIDE MINOTTI " LA MANO DEL DESTINO " di Paola Badi

E-mailStampaPDF

TITOLO : LA MANO DEL DESTINO

AUTORE : DAVIDE MINOTTI

EDITORE : ARPEGGIO LIBERO (collana Necatrix)

ANNO : 2014

SINOSSI:

Perché Il Cobra, agente del servizio informazioni, si introduce in casa dell’Onorevole Walter Silvestri, attuale ministro della giustizia, e tenta di ucciderlo?

La risposta a questa domanda comincia dieci anni prima, a Parma, quando la moglie di Davide Paci, un ex militare, viene trucidamente uccisa durante una rapina in gioielleria. Davide è distrutto dal dolore, si isola dal resto del mondo, pensa solo ed esclusivamente ad ottenere giustizia. Medita addirittura di uccidere il colpevole, ma sa che solo la polizia può catturarlo e desiste. È proprio il commissario Cesare Ferri ad arrestarlo il giorno successivo al funerale della vittima. Si tratta di Walter Silvestri un inutile ladruncolo da quattro soldi. Per Davide l’incubo sembra essere terminato, ma proprio ora che il colpevole sta per marcire in cella, il desiderio di ucciderlo cresce a dismisura. Il destino è ancora una volta dalla sua parte. L’amico di una vita, Pietro, gli offre di un lavoro all’interno del Servizio Informazioni, con l’incentivo di poter compiere la propria vendetta a tempo debito. I pochi dubbi iniziali si sciolgono come neve al sole e Davide è pronto ad entrare in azione…

Davide Minotti: Sono nato il 10 Ottobre 1990 a Parma e vivo a Medesano, un piccolo comune in collina. Ho conseguito il diploma in ragioneria all'Istituto Tecnico Commerciale G.B. Bodoni e sono laureando in Lettere. (Mi laureo martedì)Il corso si chiama Scienze dell'informazione scritta e ipertestuale ( una sorta di nuovo Scienze della comunicazione). Leggo thriller sin da bambino e durante l'adolescenza ho iniziato a scrivere racconti regolarmente. Naturalmente solo per mio piacere, sino al compimento de " La Mano Del Destino".

RECENSIONE :

La mano Del Destino” è una storia che viene dilazionata nel tempo. I vari eventi, le varie situazioni a cui prenderanno parte i nostri protagonisti, si svolgeranno in un arco di tempo di vent’anni. Il periodo temporale della narrazione va dal  1991 al 2011. In questi dieci  anni succederanno tante cose ai nostri personaggi e le situazioni  cambieranno e si ribalteranno, grazie a colpi di scena inaspettati. Si viaggerà molto, in treno, in aereo e in auto. Tante sono le location nelle quali ci trasporterà l’autore. Medesano, Milano, Parma, Bologna, Como e la Sardegna, tutte per motivi ben specifici. Minotti non ha lasciato niente al caso, è un grande puzzle quello che dobbiamo costruire, fatto di piccoli dettagli, di tradimenti, di amicizia e di talpe. Una storia stile vecchi film polizieschi alla James Bond o alla Simenon con un commissario Maigret moderno. Conosceremo il mondo dei Servizi Segreti, come agiscono, come si muovono e come svolgono le missioni. Una lettura che ti cattura subito e questo grazie alla storia personale di Davide Paci. Uno stile di scrittura scorrevole e semplice, ci fa rivivere i momenti di quegli anni con grande semplicità, mai prolisso o stucchevole, anzi in alcuni passaggi molto freddo e tagliente. Un romanzo corale. Tanti sono i personaggi che riempiono le pagine e tutti ben caratterizzati. In alcune scene di azione l’autore  usa uno stile cinematografico, vivi la scena anche nei minimi dettagli, perché il lavoro di Davide Paci è fatto di dettagli. Una cosa mi ha fatto sorridere, durante la lettura, ho trovato questo romanzo fumoso alcolico, non vi dico il perché dovete leggerlo per scoprirlo.

Paola Badi

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.