Scintille dell'anima ha recensito "L'estate dei bucaneve"

[letti per voi] – L’estate dei bucaneve, di Marta Tempra

bucaneveTITOLO: “L’ESTATE DEI BUCANEVE” – AUTORE: MARTA TEMPRA – EDITORE: ARPEGGIO LIBERO – GENERE: RACCOLTA DI RACCONTI – ANNO: 2014 – PAGINE: 120 – PREZZO: 12 EURO

ACQUISTALO QUI


Dalla IV di copertina - Centro di cura Buon Respiro. La Bimba è lì ormai da qualche anno, ma il suo lavoro da infermiera ancora non l’ha anestetizzata contro il dolore quando uno degli anziani pazienti se ne va. E così, quando l’ospite della 309 le chiede un ultimo favore, accetta di ascoltare la sua storia, una storia intrisa di ricordi e di mistero, che affonda le sue radici nelle grigie sponde del lago e ruota attorno a un’enigmatica figura, il Pittore di Anime. Una storia che troverà proprio in lei la chiave per svelare segreti sepolti da anni. Una storia che le cambierà la vita.

Imarta tempranfo sull’Autrice - Marta Tempra, 22 anni e un grande talento nella scrittura e studi scientifici universitari. Ha già pubblicato “L’istante fra due battiti” e questo è il suo secondo volume di racconti brevi, sempre edito da Arpeggio Libero.

Ha un suo blog e assieme ad altre autrici gestisce la pagina web e facebook di Magla, l’isola del libro.


Il mio commento

Il libro è una raccolta di racconti, questa è la descrizione del volume in IV di copertina: 

“Impressioni, un mosaico di storie, racconti e poesie di diverso genere, che come in un quadro impressionista uniranno le loro singole pennellate a comporre un’unica emozione.”

E l’aspettativa non viene disattesa: attimi di vita che vibrano, tutte disposte a comporre una melodia più complessa, dove il lettore può emozionarsi.

«E poi c’erano quelli come me, che la spiaggia invece la preferivano in primavera, quando la brezza fresca e sferzante ancora litigava con i primi tepori, quando il silenzio lasciava spazio al fischio del vento, al brusio della risacca, quando l’acqua grigia dava l’impressione di poterti risucchiare anche a metri di distanza.
I bucaneve, li chiamavo.
Persone che facevano capolino qua e là, armate di sciarpe e giacche a vento, incuranti del rischio di pioggia.
Fiori che non potevano aspettare la completa dipartita dell’inverno, per sbocciare.
Io ero uno di loro.»

Un libro da leggere.

Per lo stile e la poesia che vi è nascosta dentro.

Per la grande capacità della giovane e talentuosa autrice nel far emergere schegge d’esistenza in cui ognuno di noi si può riconoscere/ritrovare.

Per i pensieri e le emozioni che parlano un po’ di noi e che, con maestria, Marta Tempra ferma tra le pagine.

Perché questo volume è Emozione pura.

Consigliatissimo!

 ∼ Loriana ∼

 

http://scintilledanima.wordpress.com/2015/01/07/letti-per-voi-lestate-dei-bucaneve-di-marta-tempra/

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.