Gli adepti del Sillabo

12,00 €
9,60 €

In una lugubre notte di inizio Giugno, l’ispettore Piras si introduce furtivamente in un edificio sotto sequestro giudiziario. La pioggia incessante cerca di farlo desistere, ma le sue motivazioni lo rendono implacabile: sua sorella, attivista dell’organizzazione Libera Donna, è in carcere per via di alcune morti misteriose forse causate dalla pillola abortiva Sidonia. Per aiutarla Maurizio deve agire nell’ombra.

Ad aiutarlo nell’impresa ci sarà Cristiano, il suo amico medico, insieme al professor Mura e ad altri amici con i quali, nel corso della storia, si renderà conto delle sofferenze e dei pregiudizi che è costretta ad affrontare una donna che decide di interrompere una gravidanza. Affrontando l’ipocrisia del sistema sanitario italiano, sorretto da certezze morali solo apparenti, si troveranno di fronte anche l’arcana confraternita degli Adepti del Sillabo, con le sue dottrine misteriose quanto terribili. Quale tetro significato nasconde il simbolo della setta? E quale mai potrà essere il suo legame con i crimini commessi? Gli oscuri presagi dell’ispettore vi guideranno in un’indagine dove interessi economici e fanatismo religioso uccidono protetti e nutriti da uno Stato freddo e imperturbabile.

Recensioni

Domenica, 11 Gennaio 2015
Il romanzo di Sechi, risulta essere attualissimo, poiché affronta in maniera delicata temi come: l’aborto, il ruolo degli obiettori di coscienza, le coppie di fatto, la legge 40 nell’ordinamento giuridico italiano, il ruolo della Chiesa e la sua posizione verso argomenti considerati da sempre “scottanti”. Non è difficile comprendere che l’autore vuole offrire un messaggio di tolleranza nei confronti di tutti gli uomini, il Rispetto delle scelte altrui, perché il giudizio provoca solo dolore in quelle persone che si trovano ad affrontare situazioni difficili schiacciati dal peso morale che alcune decisioni possono comportare. Non c’è un attacco alla Chiesa e alla religione, ma semplicemente la condanna del fanatismo religioso di stampo medievale e il racconto di alcune verità storiche, di certo non inventate. Inoltre, lo scrittore mostra l’apprezzamento per l’attuale apertura della Chiesa nei confronti d’alcune questioni che interessano la collettività e si capisce la stima verso Papa Francesco che si prende cura d’ogni uomo con amore e sensibilità.
A spezzare il ritmo di romanzo “impegnato”, ci sono riscontri ironici e le battute d’ilarità tra i vari personaggi, la digressione sulla storia d’amore tra l’ispettore Piras e Gabriella, e soprattutto la dolcezza dell’attaccamento fraterno manifestato dall’ispettore per la sorella Maddalena dal sapore soave e tenero.
Consiglio di leggere questo romanzo resterete colpiti dagli enigmi che si presentano, lo troverete avvincente, e pronto a condurre alla riflessione profonda ogni categoria di persona, perché si arrivi alla comprensione del comportamento d’ogni essere umano.
Merelinda Staita
Merelinda Staita

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.