Conspiratio

21,00 €
17,85 €

1476 Jan, un mercante di Bruges, si trasferisce a Firenze dove conoscerà Francesca giovane orfana che assieme
al fratello Lapo si occupa dell’attività che era del padre: il commercio della seta.
Alla tormentata storia d’amore fra i due fanno da sfondo le tumultuose vicende di quegli anni, intrighi, congiure, e infine una guerra. Vicende che vedono coinvolte le figure di spicco del XV secolo: i Pazzi, i Medici, gli Sforza, Fedrico da Montefeltro, papa Sisto IV, Re Ferrante.
Un romanzo storico nel quale le vicende dei protagonisti si intrecciano con quelle realmente accadute nel periodo che va dal Torneo del gennaio 1475 per celebrare l’alleanza fra Firenze, Milano e Venezia fino alla cosiddetta “Guerra dei Pazzi” e all’invasione turca di Otranto 1480.
Furio Thot ci regala un affresco dell’ultimo quarto del XV secolo con la precisione dettata da una profonda conoscenza della storia del periodo e dalla cura dei dettagli storici, nata da una ricerca approfondita durata più di un anno.

Recensioni

Domenica, 19 Ottobre 2014
Sono tante le cose di questo libro che mi hanno attirato: la cover dai colori sgargianti, la trama, l'ambientazione e soprattutto il frontespizio del de' Medici con il suo “Il trionfo di Bacco e Arianna”. Dal subito questo volume aveva tutte le carte in regola per soddisfarmi e così è stato. È un romanzo molto impegnativo, che non si può leggere tutto d'un fiato. Ci costringe a soffermarci sui dettagli, sui visi, sulla psicologia dei personaggi. Il pregio più grande di Thot è sicuramente l'accuratezza dei dettagli storici e geografici. L'autore ci mostra Firenze, conosciuta e al contempo sconosciuta, ci mostra i palazzi, le vie, gli interni e gli esterni ma non come li vedremmo facendo un giro per la capitale toscana, bensì come erano durante gli ultimi anni del Medioevo, quando Firenze era la perla d'Italia sotto la guida dei Medici. E proprio di loro si parla in questo romanzo, e della congiura che i Pazzi hanno tramato contro di loro. La maggior parte dei personaggi sono reali e ho adorato il modo in cui Thot li fa rivivere, mostrandoceli come avrebbero potuto essere nella loro quotidianità. Non mancano anche i personaggi di fantasia, come Ian, Francesca e Senda, e anche loro mi hanno affascinata per la verosimiglianza con la quale sono descritti e per il loro lato puramente romanzesco che tiene desta l'attenzione del lettore.
È un romanzo vero, reale e per questo crudele. Non mancano scene violente, che però ritraggono un'epoca, con tutti i suoi usi e costumi, come non mancano i momenti simpatici, soprattutto quando compare Leonardo da Vinci, forse il personaggio che ho apprezzato di più. Un'ultima nota positiva è il linguaggio usato: i dialoghi sono molto vicini al fiorentino dell'epoca, Thot li ha resi tuttavia facili e comprensibili per tutti i tipi di lettori.
Selvaggia

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.