I ragazzi dell'82

12,00 €
10,20 €

Gli italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e le partite di calcio come se fossero

guerre, pare abbia affermato Winston Churchill. E, forse, aveva ragione.

E’ questo è il sentore che si respira nell’estate del 1982, nella Rimini marittima tanto amata dai 
turisti, mentre la politica, l’economia e la credibilità del Belpaese si frantumano e si può sperare 
solo nel calcio. E questo è ciò che pensano Marco, Sergio e Luigi, tre diciassettenni dalla testa piena
di sogni, la voglia di accelerare in vespa e la passione per le belle ragazze.
Ma la verità è che ogni partita di calcio è una guerra che non si può combattere solo in campo, una 
strategia che non dura novanta minuti, uno strascico che non è solo una coppa.
Nell’estate più magica della loro vita, fra sabbia, stelle, sigarette e voglia di innamorarsi, i tre 
capiranno che essere giovani, a volte, non è così facile. Così come essere italiani.
Una storia fragile e potente al tempo stesso, un inno allo sport più bello del mondo, all’età più 
difficile e al mondiale che ha fatto sognare generazioni. Perché si sa, gli eroi in fondo sono solo 
persone normali che hanno avuto più coraggio degli altri.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo libro.

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.